Anna DI MAURO – E naufragar m’è dolce in questo verso (“Orme poetiche”, antologia poetica a cura di P. Rea Martino, prefazione di C. Baldazzi)

 

Scaffale

 


 

 

E IL NAUFRAGAR M’E’ DOLCE IN QUESTO VERSO

 


Orme poetiche, un’antologia a cura di Pasquale Rea Martino – prefazione di Cinzia Baldazzi


Meditazioni in versi, tra allegorie e metafore: così potrebbero definirsi gli scritti del nutrito gruppo di ameni versificatori presenti in questa Antologia poetica dall’evocativo titolo Orme poetiche, a cura di Pasquale Rea Martino, da lui fortemente voluta e condivisa.

Il volume raccoglie liriche scelte di undici guerrieri di pace, intenti a intinger penna in pensieri, rimembranze, sentimenti, emozioni, uniti nel sogno del poetare, che langue negletto in questo secolo oscuro, esploso in un immaginario visivo e visionario senza precedenti, pervicacemente pervasivo.

A fronte di questo caleidoscopio infinito di immagini mediatiche e fantascientifiche, il linguaggio poetico, unico creatore di immagini per eccellenza, soccombe all’invasione della nuova era in cui la fotografia, il cinema, e ora il digitale,  piomba sulla parola fin qui sovrana, onda gigantesca e inarrestabile.

Questa raccolta “antica”ci ricorda tutto questo, riportandoci ai segni di un amore coltivato in segreto, capace di trascendere il quotidiano con una passione che si fa canto e desiderio di condivisione.

Cinzia Baldazzi e Pasquale Rea Martino


L’accurata prefazione di Cinzia Baldazzi scorre una ad una queste riflessioni a bassa voce,  intense e profonde, su dense tematiche esistenziali. Da qui l’accostamento prezioso e costante all’alta Orma del Leopardi, al suo mondo poetico che si è fatto dono ed alto esempio, attraverso un linguaggio apparentemente semplice, in realtà figurato e messianico, pervenendo ad una solennità che ritorna evocata in questi versi antologici per rinnovarsi e rinnovarci.

Questa onesta ricerca di Anime sensibili, unite in nome dell’Amicizia, Solidarietà, Poesia costituisce un angolo magico da non disperdere, come è stato dichiarato nell’introduzione di Adelaide Cantafio, dove vengono esplicitate le intenzioni del curatore e dei suoi “compagni di viaggio”: il libro è un progetto. Senza protagonismi e sogni di gloria l’Antologia si propone di diventare un ponte per il lettori che vorranno seguirne le Orme.

Al di là della semplice lettura il testo vuole essere un delicato invito al gusto del poetare, a scambiarsi una visione della vita che possa incontrare l’altro, mentre si esplora il sé, nel tentativo di scuotere il torpore di un popolo di semianalfabeti, chiamato a ritrovare il senso e la bellezza della parola, in un contesto definito “noia” dal poeta di Recanati, profeticamente previsto in una lettera a Pietro Giordani del 1819.

Sperare humanum est!

 

Orme Poetiche

www.sfogliandopoesia.com

A cura di Pasquale Rea Martino – Prefazione di Cinzia Baldazzi  – Disegno di copertina di Luisa Bandiera

Intermedia Edizioni, Orvieto (Tr), pp. 211, € 12,00


Author: Anna Di Mauro

Share This Post On